Cibo per cani: 4 tipi di alimenti per deliziare il tuo fedele compagno Fido

  1. Bocconcini in salsa. Scegli anche tu i barattoli o le buste con i bocconcini in salsa che sono disponibili in diversi gusti per accontentare il tuo cane e dargli, di volta in volta, tutto quello di cui ha bisogno. Oltre alla carne o al pesce, nei bocconcini trovi verdure e cereali come il riso, che è un alimento essenziale nella dieta del tuo amico a 4 zampe.
  2. Paté. In commercio puoi trovare anche dei paté. Si tratta di pratiche scatolette che contengono un pasto completo per il tuo cane. La consistenza è gelatinosa e non son presenti dei pezzi interi. Il paté è ottimo per i cani anziani che hanno problemi a denti e gengive, poiché il paté non deve essere masticato.
  3. Tra gli alimenti per cani non può mancare una scorta di crocchette che son un vero e proprio pasto completo. Scegli le crocchette cin base alla stazza del tuo cane (taglia piccola, media o grande), alla sua età (cucciolo in crescita, adulto o anziano) e anche in base al suo stato fisico (sedentario o attivo). Segui le indicazioni sulla confezione per dare a l tuo cane la quantità corretta di croccantini. I cani non hanno il senso di pienezza e significa che continuerebbero a mangiare senza freni, perciò rispetta sempre le dosi e non farti ingannare degli occhini tristi di Fido, perché i cani hanno sempre fame. Non dargli altri cibo non è crudeltà, anzi è segno di amore.
  4. Prendi al tuo caro Fido degli snack così da dargli un premio dopo che ah eseguito un ordine. Quando vai a fare una passeggiata portati dietro un paio di snack per ridare un po’ di energie al tuo fedele compagno dopo una bella corsa, n commercio puoi trovare anche degli snack da masticare che servono per pulire i denti e rendere le gengive più forti e sane.

Scopri tutte le linee di alimenti per cani e non solo sul sito web di Zarazoo .

Lo scatto perfetto: come ottenere foto matrimonio perfette

Il momento del matrimonio è molto speciale ed è d’obbligo avere un fotografo che immortali la giornata in tutte le sue parti: la preparazione della sposa l’arrivo in chiesa, la cerimoni, l’uscita, il ricevimento e la festa. Ecco alcuni consigli per essere sempre perfetti nelle vostre foto del matrimonio.

La posa

A differenza di quanto tutti pensano, non dovete mettervi in posa per le vostre foto del matrimonio. Il consiglio migliore è quello di restare il più naturali possibili anche nei momenti delle foto di gruppo, per esempio. Non dovete tentare un sorriso che poi risulta finto e stereotipato. Sta alla bravura del fotografo scelto mettervi a vostro agio e riuscire e riprendere i momenti salienti, senza che ve ne accorgiate. Per fare un esempio: durante lo scambio degli anelli il fotografo deve scattare molte foto e riuscire a riprendervi in un modo naturale senza che vi mettiate in posa per lo scatto. Il fotografo deve anche essere abile e non stravolgere il vostro carattere e la vostra naturale bellezza per fare uno scatto. Seguite le indicazioni del fotografo quando dovete fare delle foto di “rito” per evitare di sembrare finti e troppo impostati. La bravura del fotografo sta proprio qui! Gli scatti “rubati” mentre nemmeno vi accorgete che il fotografo vi sta scattando una foto, saranno le migliori perché naturalissime e non in posa.

Il primo piano

Tra le foto del matrimonio, ci saranno di sicuro dei primi piani. Le foto a distanza ravvicinata possono essere d’effetto ma sono anche pericolose. Viene messo in risalto il bello di un viso, ma in questa maniera sono accentuati anche i difetti. È il vostro fotografo del matrimonio che deve essere abile a prendere un’angolazione perfetta del viso, studiando l’illuminazione per creare un effetto wow. Se la giornata è soleggiata, meglio evitare un primo piano con il sole in faccia, meglio che vi siano luci e ombre per creare una foto memorabile. Alle foto in primo paino, sono preferibili i mezzi busti che risultano più belle.

Per info e altri dettagli, clicca qui azetafoto.com .

I 4 vantaggi del lino

Il lino è una fibra di origine naturale che è conosciuta fin dall’antichità per le sue proprietà per cui era largamente utilizzata per realizzare indumenti. Ancora oggi si usa per realizzare abbigliamento sia per lui che per lei come la camicia di lino. Vediamo quali sono i benefici legati a questo filato.

Igiene

Il lino è un tipo di fibra che presenta proprietà igieniche molto importanti. Il motivo è dovuto alla capacità della fibra di eliminare gli eventuali agenti patogeni che la attaccano. Utilizzare una camicia di lino è ottimo per chi soffre di dermatici a altri problemi dell’epidermide. Il lino è un tessuto che aiuta a prevenire rossori e bruciori, a differenza di altri filati che sono notoriamente irritanti, come per esempio la lana.

Isolante

I tessuti naturali sono sempre da preferire, soprattutto nella stagione calda. Un tessuto naturale aiuta il passaggio dell’aria in modo da far traspirare il sudore prodotto naturalmente dal corpo. Oltre a questa importante caratteristica, il lino è un tessuto che aiuta l’isolamento termico perciò è perfetto anche per essere usato sotto vestiti per tenere al caldo il corpo.

Anti odore

Una camicia di lino, grazie alle proprietà antisettiche del tessuto, è anche anti odore. Il lino è una fibra naturale che assorbe l’umidità e favorisce la traspirazione perciò il sudore non crea cattivi odori. L’assenza di umidità nelle fibre del tessuto fa sì che non si crei un ambiente favorevole alla proliferazione di muffe e batteri, responsabili dei cattivi odori.

Robustezza

Tra i diversi tessuti, il lino è un tipo di fibra che è molto resistente perciò un capo così realizzato ha una durata lunga nel tempo. Acquistare un capo in lino è un’ottima scelta perché durerà a lungo, facendo risparmiare. Il lino è robusto e poco soggetto al naturale processo di degradazione. Acquistare abbigliamento in lino, significa avere un capo che mantiene il suo bell’aspetto più a lungo nel tempo. Il lino non ingiallisce nel tempo e non si rovina anche nemmeno con ripetuti lavaggi.

Che cosa comprare in colorificio per dipingere le pareti di casa

Questa è una breve guida che ti aiuta a capire che cosa devi comprare in colorificio in modo da avere tutto il necessario per procedere con l’imbiancatura delle pareti di casa.

Il colore

Per procedere con l’imbiancatura delle pareti, devi per forza avere del colore per dipingere casa. Leggi bene le etichette per prodotto in modo da calcolare correttamente la quantità di colore che ti serve per tute la casa. Ricorda di calcolare anche il soffitto, oltre alle pareti. Le caratteristiche del colore per dipingere le pareti cambia da marca a marca, perciò puoi chiedere aiuto a un commesso del colorificio per aiutarti a scegliere il meglio per te.

Lo scotch di carta

In colorerai puoi procurarti anche lo scotch carta che è davvero molto utile quando si deve imbiancare, di fatti ogni professionista del settore ne ha sempre più rotoli con sé. Prima di iniziare a imbiancare le pareti, usa lo scotch carta per proteggere le parti che non vanno sporcate con la vernice, come il battiscopa o le prese della luce. In questo modo non si sporcano e non dovrai diventare matto per pulire.

Alcuni secchi vuoti

Sempre in colorificio, procurati dei secchi vuoti che ti torneranno di sicuro molto utili. I secchi vuoti servono per diluire il colore per le pareti, secondo le indicazioni segante sull’etichetta del prodotto. Versa un po’ di colore nel secchio vuoto e allungalo con il quantitativo necessario di acqua.

La carta abrasiva

Prima di iniziare a imbiancare le parti di casa, devi utilizzare la carta abrasiva, possibilmente a grana spessa, per rimuovere eventuali imperfezioni del muro o il colore precedentemente steso.

Lo stucco

Usa lo stucco per riempire eventuali buchi lasciati dai chiodi. Lascia asciugare lo stucco poi livellalo utilizzando la carta abrasiva.

I pennelli

Sono indispensabili dei pennelli per dipingere casa; acquista una pennellessa che è di grandi dimensioni. Puoi prendere anche un pennello angolare che facilita la stesura del colore dei punti difficili.

Per informazioni e / o prenotazioni, clicca qui imbianchinoaroma.altervista.org

Tutto l’occorrente per completare un trascolo senza stress

  1. In tutti i traslochi sono necessarie le scatole che devono essere in cartone tripla onde così da resistere perfettamente sotto il peso degli oggetti contenuti.
  2. Si possono usare per i traslochi anche le cassettine utilizzate dall’ortofrutta per il trasporto di frutta e verdura. Possono essere in legno o in plastica e sono, in entrambi i casi, molto resistenti.
  3. Le borse riutilizzabili per la spesa realizzate in tessuto non tessuto o in nylon, sono ottime per i traslochi poiché sono progettate per accogliere oggetti pesanti senza rompersi, a differenza delle normali buste.
  4. Usare questo materiale è un’idea eccellente per proteggere gli oggetti fragili. Si tratta di un foglio di plastica con delle bolle d’aria.
  5. Si possono usare i fogli dei giornali vecchi come alternativa low cost al pluriball. Si devono avvolgere tutti gli oggetti più fragili dalle porcellane agli schemi piatti.
  6. Patatine di polistirolo. Negli scatoloni si creano degli spazi vuoti e gli oggetti potrebbero muoversi e rompersi. Per evitare questo problema, si possono riempire gli spazi vuoti degli scatoloni con le patatine di polistirolo.
  7. È bene procurarsi una scala per i traslochi in modo da poter raggiungere i punti alti mentre si smonta un armadio oppure mentre si tolgono i lampadari.
  8. Una cassetta degli attrezzi ben fornita è indispensabile per portare a termine tutte le operazioni necessarie per cambiare casa.
  9. Trolley e borsoni. Un problema che tutti affrontano durante il trasloco è come spostare gli abiti e gli indumenti senza sgualcirli e sporcarli, così da evitare di lavarli, stirarli e piegarli. Si pososo prendere i capi direttamente dal cassetto e metterli in valigie, borsoni e trolley.
  10. Sacchi in plastica. Proprio come fanno alla lavanderia a secco, si possono usare i sacchi in plastica trasparente per ricoprire tutti i vestiti e gli abiti appesi nell’armadio per proteggerli durante il trasporto.

Per info e / o prenotazioni: www.mistertraslochi.it

La differenza tra vetro e vetro temperato.

Questa è la guida che ti illustra le principali differenze che ci sono tra il vetro normale e quello temperato. Scopri, poi, quali sono le loro maggiori applicazioni nei vari campi.

Il vetro

Il vetro è un solido che è ricavato dalla polvere di vetro. Si tratta di una sottile sabbia composta per la maggior parte da dall’ossido di silicio oppure dall’ossidiana, particolare materiale il quale ha origine da eruzioni vulcaniche. Per ottenere il vetro solido, la sabbia viene fatta sciogliere grazie alle alte temperature di particolari forni che si trovano esclusivamente nei laboratori di vetreria. Il vetro si liquefa e viene messo dentro uno stampo e raffreddato. Se il vetro presenta anche un piccolo difetto, questo viene scartato perché compromette l’integrità della superficie. Il vetro ha diverse applicazioni in diversi campi, per esempio gli oggetti in vetro sono molto pregiati, soprattutto se sono realizzati a mano. Il design è un campo che utilizza molto questo materiale perché è adattabile e rendere diverse forme. I vasi in vetro di design sono molto pregiati grazie a un particolare studio di progettazione.

Il vetro temperato

Il vetro temprato è una tipologia particolare di vetro che vanta però caratteristiche superiori. Per realizzare questa tipologia di vetro, la lastra normale di vetro viene sottoposta a un trattamento processo termico che si chiama tempra. L la lastra di vetro deve essere tagliate nelle giuste dimensioni e devono essere eseguite tutte le altre fasi di finitura prima di sottoporre il vetro a tempra. La lastra di vetro è messa in forno fino a raggiugerne alte temperature e poi viene raffreddata, per ottenere uno shock termico che aumenta la resistenza di 6 volte. Il vetro temperato è molto utilizzato in vetreria Roma perché ha moltissimi usi dato che è una tipologia più resistente. Uno dei maggiori usi del vetro temperato è il box doccia. Il vetro temperato mantiene le sue caratteristiche a lungo negli anni, poiché resiste a urti e sollecitazioni.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni, clicca qui vetreria-roma.it .

Olio Cristofaro, come viene prodotto

Un olio che ogni volta che viene assaggiato sembra essere appena stato spremuto. 100% italiano e proveniente da Agricoltura Biologica, ancora in fase di stabilizzazione (sono in un momento di migrazione dalla coltivazione tradizionale a quella bio). L’Olio Cristofaro è un prodotto di qualità ed è un olio extravergine di oliva naturale, realizzato seguendo sani principi.

 

Il suo confezionamento avviene in frantoio, questo lo rende un prodotto eccellente sia per quanto riguarda il livello gustativo di questo condimento, sia per le sue proprietà benefiche. La spremitura a freddo garantisce all’Olio Cristofaro ottime caratteristiche nutrizionali. Inoltre appena raccolte subito finiscono al frantoio, tutto per rendere il prodotto freschissimo naturalmente.

 

Le olive sono coltivate nella Capitanata, una regione del nostro Paese (Puglia). Il terreno utilizzato per la coltivazione si estende per ben sette ettari di uliveti. L’Olio Cristofaro non è solamente un condimento dalle interessanti qualità nutrizionali, si presenta ottimo al gusto ed è idoneo da inserire nella dieta mediterranea.

 

Dato che proviene da coltivazione biologica è 100% naturale oltre che made in Italy. Gli oleifici sono infatti in possesso della certificazione UNI ENI ISO 9001:2012. Questo significa la qualità non manca di certo.

 

Olio extravergine di oliva: la sua qualità

L’Olio Cristofaro nasce grazie a numerosi passaggi studiati nel dettaglio che offrono come risultato finale il condimento di cui stiamo parlando oggi. La coltivazione è al primo posto e condotta con massimo criterio e rispetto per l’ambiente. Lo stesso vale per quanto riguarda la lavorazione delle olive. Quest’ultime sono selezionate accuratamente. Sono condotti esami specifici che possono attestate la salute della pianta e la qualità dell’oliva.

 

Insomma acquistare l’Olio Cristofaro significa portare a casa un olio squisito e ricco di benefici. Le olive vengono raccolte e subito controllate in modo da capire se sono idonee alla lavorazione. Le olive che non si presentano “sane” non vengono messe in stoccaggio.

L’estrazione avviene a temperature che non superano i 30 gradi. Quando il condimento è pronto, i produttori prestano molta attenzione a non farlo alterare. Il calore, la luce e l’aria infatti sono nemici dell’olio d’oliva. Questo aspetto è da seguire sempre, anche quando arriva sulle nostre tavole.

Diploma di scuole superiore: a che cosa serve?

Oggi molti si chiedono che scopo ha ottenere un diploma online o di tipo tradizionale. Vediamo nel dettaglio quali sono i 5 motivi principali.

Acquisire competenze

Il percorso scolastico ha lo scopo di far acquisire agli studenti della competente spendibili sul mondo del lavoro. Soprattutto per quanto riguarda gli istituti professionali e gli istituti tecnici, lo studente che ha ottenuto il diploma è pronto per un certo tipo di professione, tant’è vero che a un colloquio per un impegno viene sempre chiesto che scuola superiore si ha frequentato.

Imparare un metodo di studio

Frequentare un istituto pubblico o uno paritario per conseguire il diploma, fa apprendere un metodo di studio. Questo fatto è importante anche per la carriera universitaria, poiché un efficace metodo di studio può essere applicato a qualsiasi disciplina. Il diploma online o tradizionale è anche un requisito fondamentale per accedere all’università.

Confrontarsi.

La scuola ha anche una funzione sociale poiché gli studenti stanno a contatto gli uni con gli altri e imparano a fare conoscenza, confrontarsi, collaborare etc. Il rapporto con gli altri è una parte fondamentale del percorso di crescita che insegna agli studenti a stare al mondo e vivere in una società complessa.

Concorsi pubblici

Per accedere ai concorsi pubblici è necessario aver conseguito un diploma; la terza media non è sufficiente. Durante il percorso di scolarizzazione, si apprendono nozioni di tute le materie che vanno a formare quella cosiddetta cultura generale che aiuta a passare il test e il concorso della pubblica amministrazione. I concorsi pubblici richiamano sempre moltissimi candidati poiché questi posti di lavoro sono molto ambiti.

Viaggiare

Oltre al viaggio con la fantasia che si intraprende leggendo e apprendendo nozioni, la scuola organizza viaggi di istruzione e gemellaggi con altre realtà in giro per l’Unione Europea. Le lingue straniere insegante negli istituti pubblici o paritari permettono di viaggiare e poter comunicare con altre persone. Inoltre, gli studenti hanno la possibilità di studiare un anno all’estero.

Scopri tutto qui: www.diploma-on-line.com

Come raggiungere l’aeroporto: 4 modi differenti

Quando devi partire dall’aeroporto di Roma Fiumicino, puoi arrivarci in diversi modi. Ecco i pro e i contro di ogni diversa soluzione.

Mezzi pubblici.

Per raggiungere l’aeroporto in tempo puoi prendere i mezzi pubblici. Se parti da vicino all’aeroporto, potresti avere buone possibilità di riuscire ad arrivare in tempo. Se, invece, sei piuttosto distante dall’aeroporto e devi fare molti cambi di terni, metro e autobus rischi di perdere delle coincidenze e arrivare tardi. Spesso i mezzi pubblici sono in ritardo o addirittura saltano una corsa. Devi partire con largo anticipo da casa se vuoi arrivare in tempo al tuo volo.

Chiedere un passaggio.

Per arrivare in aeroporto puoi sempre chiedere un passaggio a un amico o a un parente che ti accompagnano in auto all’aeroporto così non ahi nemmeno il problema del parcheggio. Farsi accompagnare può essere una soluzione possibile se non ti trovi a meno di 100 chilometri e l’orario di partenza è decente: trovare un amico disposto a partire alla 4 del mattino per portarti a Fiumicino potrebbe essere difficile.

Parcheggio dell’aeroporto.

Se devi partire, per lavoro o per svago, puoi sempre decidere di prendere la tua macchina e andare all’aeroporto secondo i tuoi orari, senza dover sentire amici o parenti o aspettare i mezzi pubblici all’infinito. Il problema che sorge in questo caso è dove lasciare parcheggiata la tua auto mentre tu sei in viaggio. L’aeroporto ha un suo parcheggio ma le tariffe orarie sono davvero proibitive e rischi di pagare più il parcheggio che il biglietto aereo.

Parcheggio vicino all’aeroporto.

Una soluzione pratica ed economica che risolve il tuo problema del parcheggio, sono i depositi che si trovano nelle immediate vicinanze dell’aeroporto di Roma Fiumicino. Si tratta di auto silos dove puoi prenotare un posto per la tua auto anche online, scegliendo tra coperto o esterno. La sicurezza è garantita da telecamere di sicurezza e personale di custodia. Una pratica navetta ti conduce all’aeroporto in tempo.

Per maggiori dettagli e informazioni: www.parkanddream.it .

FATTI ANCHE TU IL NUMERO VERDE E OFFRI UN SERVIZIO IN PIU’ AI TUOI CLIENTI.

Se vuoi attivare il tuo personale numero verde rivolgiti ai leader nel settore, la società Imprendo TLC da anni è consolidata nell’installazione di contatti gratuiti e ricaricabili e di molto altro ancora. Il loro sito www.imprendotlc.com è facilmente comprensibile e chiarisce tutti i servizi di cui dispongono per ampliare la tua, di attività. Un menu intuitivo, su cui riflettere e prendere parte a questa grande realtà. Si compone di persone esperte e professionali che operano da molto tempo nel marketing quindi sono in grado di programmare una strategia comunicativa per incentivare i tuoi introiti e la tua clientela. Affidandoti a loro avrai la garanzia di avere una pianificazione fatta ad hoc sulla base dei tuoi dati, studieranno per te un piano di invio SMS per andare dritto al centro.

LA POTENZA DI UN SMS PER COCCOLARE I TUOI CONSUMATORI

Come abbiamo già detto la Imprendo TLC è un’agenzia che offre servizi di attivazione numero verde, fondamentale per ingranare l’interesse dei tuoi clienti, in quanto questi ogni volta che avranno una necessità, piccola o grande che sia, sapranno di poter contare su un contatto gratuito e immediato, inoltre l’attenzione nei loro confronti si fortifica una volta ricevuto l’SMS in cui li aggiornerai sulle tue novità, sconti, saldi e servizi. Ribadendo di tanto in tanto il tuo brand, i consumatori si sentiranno in dovere di scegliere te e non i tuoi competitor. Un piccolo gesto che fa grande la differenza tra la tua immagine e quella dei tuoi concorrenti, non c’è pubblicità migliore che la soddisfazione del cliente!  Va sul sito www.imprendotlc.com e fatti un’idea della loro infinita esperienza.

Una società avanti e sempre preparata sulle ultime novità del marketing per darti in ogni momento una prestazione altamente qualificata e al passo con i tempi. La comunicazione si evolve e con essa tutti i meccanismi, pensa solo all’e-mail, si ricevono milioni di esse e immancabilmente vengono cestinate, un sms no! Da uno studio è emerso che il 98% dei messaggi viene aperto e letto, quindi perché non approfittarne!?